Liturgia e gestualità della birra

La spillatura è parte integrante della cultura e delle modalità di servizio e degustazione di un certo stile di birra. Il servizio rispetta le peculiarità del prodotto tenendo conto anche delle origini e della storia.

Una corretta spillatura infatti conferisce alla birra le caratteristiche originali che aveva all’uscita dall’impianto di produzione. In linea di massima si può dire che le birre di alta fermentazione, che hanno odori secondari sviluppati, devono essere servite a una temperatura più alta rispetto a quelle di bassa fermentazione, perché il freddo inibisce l’aroma.

 

Diversi stili di spillatura

Le tre tecniche principali di spillatura sono legate alle tre culture in cui si è sviluppata la birra e tengono conto anche dei tre livelli di saturazione di CO2 (quantità di anidride carbonica disciolta nel liquido) che hanno le birre. Qui mostriamo la tecnica della spillatura belga/olandese.

Belga/olandese o dinamica

La spillatura belga/olandese è denominata anche “dinamica” perché il bicchiere viene riempito in una sola versata. Perciò l’impianto di spillatura viene dimensionato affinché si possano riempire, in una sola versata, i bicchieri (tendenzialmente la misura del bicchiere è da 0,25 centilitri). Questo sistema di spillatura prevede, inoltre, l’uso dello strumento che identifica la cultura stessa: il taglia-schiuma.

 

Le regole principali della spillatura belga/olandese sono:

  • - tenere il bicchiere a 45 gradi sotto il rubinetto;
  • - aprire avendo cura di far cadere la prima goccia fuori dal bicchiere, poi raddrizzare il bicchiere in base alla quantità di schiuma che si forma progressivamente;
  • - chiudere il rubinetto quando la schiuma è al bordo, allontanando il bicchiere dal flusso spina;
  • - utilizzare il taglia-schiuma per eliminare le bolle più grosse, più evanescenti, in modo da compattare la schiuma e renderla a grana fine.

Vi sembra complicato? Eppure per servire un’ottima birra spillata alla belga bastano solo 45 secondi… Guardate questo video!

 

Vuoi sapere tutto sulla spillatura e sulla cultura della birra? Clicca qui...