Gastronomia “green” e birra: un binomio tutto naturale

La cosiddetta filosofia “green” sta conquistando la nostra nazione: sempre più italiani sono vegetariani o vegani, sono appassionati di gardening e molti – 18 milioni secondo i dati di una ricerca Doxa-Assobirra* – coltivano il proprio orto, in cortile o sul terrazzo di casa propria.

La passione per la cucina “naturale” e a basso impatto ha un largo seguito. Per questo Assobirra con la collaborazione di Marco Bolasco – giornalista specializzato in enogastronomia e esperto di birre – ha ideato una vera e propria Guida ai migliori locali italiani con orto dove si può anche bere un buon bicchiere di birra.

Dunque “Locali con orto amici della birra”, scaricabile gratuitamente dal sito di Assobirra www.birragustonaturale.it, oltre a recensire l’offerta di verdure autoprodotte di 20 tra osterie, trattorie e ristoranti italiani, offre anche suggerimenti per un abbinamento corretto e sfizioso dei cibi con la birra, da replicare a casa.

Si tratta di un’operazione davvero interessante che conferma la versatilità della birra in cucina e ne sottolinea tutta la naturalità e il suo essere in linea con la scelta di una gastronomia a ‘Km zero’.

Un ottimo spunto anche per andare alla scoperta di luoghi interessanti, per vacanze e weekend all’insegna del green.

 

* La ricerca in questione è “Italiani e naturalità, tra stili di vita e alimentazione” , realizzata nel 2013 su un campione di 1000 persone rappresentative della popolazione maggiorenne. Dalla survey emerge che su 8 italiani su 10 (42 milioni di persone) che praticano il gardening, circa la metà (23 milioni) coltiva piantine aromatiche sui balconi e nei giardini. E ancora, il 24% degli coltiva piante da frutto mentre 1 italiano su 3 (il 33%), ha addirittura un piccolo orto.

 

[Photo credits: Assobirra]