La cucina che…Vale

Oggi incontriamo Valentina Tozza, mamma di due bimbi e anche del blog La Cucina che vale, nato due anni fa. Sentiamo che cosa ci ha raccontato.

Come nasce la tua passione per la cucina?

La passione per la cucina è sbocciata due anni fa con l'apertura del mio blog La Cucina che vale, anche se in realtà cucino da sempre. Mia nonna è stata la mia miglior maestra, e poi la vita mi ha portato a dovermi arrangiare,  visto che sono una buona forchetta mi sono ingegnata per mangiar sempre bene. Chi non ama la buona cucina? In famiglia sono sempre stata abituata a mangiare cose sane e genuine, bandite merendine e pasti pronti, e quindi ho continuato a seguire questa linea e adesso che ho due bimbi cerco di trasmettere loro le mie stesse abitudini alimentari.

Ci racconti qualcosa del tuo blog?

Nel settembre 2011, stufa di non avere qualcosa di mio e solo mio da gestire, ho deciso di buttarmi nel web e da allora ho avuto davvero tantissime soddisfazioni! È iniziato tutto per gioco, non sapevo nemmeno cosa fosse un blog, poi piano piano ho conosciuto altre colleghe foodblogger,  ho frequentato corsi di cucina per perfezionarmi e sono entrata nella famiglia de "La Cucina italiana" come Special Ambassador con grande onore e tanta gioia. Da lì si sono aperte tante porte. Il mio obiettivo è quello di fare di questa vera passione un lavoro... Chissà... io continuo a sognare! Il mio blog è lo specchio della mia vita in cucina, tutto quello che pubblico è rigorosamente home made ed è quello che porto in tavola tutti i giorni!

Se ti dico birra, tu a cosa pensi?

Quando sento la parola "birra" la prima cosa che mi viene in mente è freschezza, amici, condivisione, una bella sera d'estate con un meraviglioso aperitivo e una bella bottiglia di birra ghiacciata! La birra è una bevanda rinfrescante ma non solo, sono rimasta davvero stupita e piacevolmente sorpresa di poterla degustare in abbinamento a piatti ai quali normalmente io avrei abbinato del vino ad una meravigliosa cena organizzata proprio da www.ilovebeer.it. (Sul blog trovate un post  dedicato proprio ma questa serata).Io la uso molto per cucinare e mi da sempre tante soddisfazioni!

Chi è per te un beerlover?

Essere beerlover significa amare la birra in ogni suo aspetto e in ogni sua sfumatura, cercando di comprenderne la vera essenza, sapendola usare anche in situazioni diverse dalla solita bevuta in compagnia per renderla una bevanda di livello superiore, ma sapete quante cose o imparato io in una sola sera ascoltando le parole di un mastro birraio? 

Quando ti capita di bere birra?

Bevo birra principalmente in compagnia e davanti ad una bella pizza, la birra è una bevanda rinfrescante che accompagna soprattutto la mia estate.

Birra e cibo. Un connubio possibile?

Penso che il connubio birra-cibo sia una scoperta meravigliosa che tutti dovrebbero fare, senza necessariamente pensare a piatti difficili, il classico pollo alla birra riscontra sempre un grande successo ed è davvero facilissimo, ma se vogliamo osare un pochino allora possiamo provare a far diventare la birra un caramello da usare per un dolce oppure per condirci un risotto, insomma sbizzarritevi, ne vale la pena.

Hai un aneddoto divertente legato alla birra?

La mia prima vera esperienza con la birra l'ho fatta diversi anni fa all'Oktoberfest: mi hanno piazzato in mano un boccalee tutti i tedeschi presenti al nostro tavolo ci hanno coinvolti in canti e cori. Davvero un’esperienza divertente, chi se la scorda! Aggiungo soltanto una cosa: beviamo birra responsabilmente,  questo ce la farà apprezzare ancora di più!