Brindiamo al 2015 con una birra e mangiando chicchi d’uva…

Pronti per la Nochevieja? In Spagna la chiamano così l’ultima notte dell’anno e per iniziare il nuovo anno secondo i migliori auspici seguono una tradizione davvero particolare: festeggiano mangiando 12 chicchi d’uva, uno a ogni rintocco dell’orologio. Chi riesce a mangiare tutti i chicchi d’uva a tempo, pare che abbia assicurato un anno pieno di fortuna e prosperità. Tanto vale provarci, siete d’accordo? In molte città la gente si riunisce in piazza per condividere questi minuti di allegria ma c’è un luogo che più di tutti è legato a questa tradizione, ed è sicuramente quello più frequentato: la  Puerta del Sol di Madrid e i rintocchi sono quelli dell’orologio del Palacio de la Comunidad. L’evento da lì viene trasmesso in diretta televisiva in tutta la Spagna ma la cosa migliore è sicuramente essere presenti sul posto. Migliaia di persone animano il centro di Madrid per festeggiare l’arrivo del nuovo anno ma è solo l’inizio di una lunga notte, perché da quelle parti ci si diverte fino all’alba. Ogni hotel, bar, pub e discoteca organizza un veglione e a chi sceglie la movida madrilena non resta che lasciarsi coinvolgere dall’atmosfera di festa. Se vi state dunque chiedendo quanto dura l’ultima notte dell’anno, l’unica risposta che vi potrebbero dare gli spagnoli è “fino a quando il fisico resiste”! Prima di andare a dormire, però, non fatevi mancare la tradizionale cioccolata calda con churros. A Madrid si usa mangiarli in un famoso locale del centro: la cioccolateria di San Ginés.

A dire il vero il Capodanno è solo un’occasione un po’ più speciale delle altre per fare tardi perché in Spagna è davvero un’abitudine (ovviamente le serate più gettonate sono quelle di venerdì e sabato) fare l’alba chiacchierando e ridendo nei pub. E questo modo di stare insieme, passare da un locale all’altro a bere cañas (birra alla spina) e mangiando tapas (piccole porzioni di piatti tipici), significa anche partecipare a un vero e proprio stile di vita. Qualche suggerimento su dove andare a bere buone birre? Vi rimando sicuramente a questo post e vi segnalo anche un’altra “chicca”. El Rastro, oltre a essere il mercatino più rappresentativo della Spagna è uno dei mercati più antichi di Madrid (è di origine medioevale), è frequentatissimo da madrileni, oltre che da turisti, ed è una tappa da non perdere se si visita la città di domenica o nei giorni festivi. Organizzato nel quartiere di La Latina, nei dintorni della Ribera de Curtidores, con piazza Cascorro quale centro nevralgico, il mercato ospita venditori di articoli molto diversi, dall’artigianato a vestiti e accessori, utensili da cucina, dischi e riviste di seconda mano, animali domestici e oggetti di vario tipo e risalenti alle epoche più diverse. La tipica visita di solito si conclude con l’aperitivo nei bar e nelle taverne della zona, prendendo magari proprio una birra con una piccola porzione di paella o un panino ai calamari, per esempio, per le vie attorno a Ribera de Curtidores.

Ovunque e con chiunque voi siate, non dimenticate di bere una birra anche alla nostra salute. Io farò un brindisi augurandomi che sia per tutti noi un felice 2015. Cheers…Auguri!

Testo a cura di Valentina Brambilla

[Photo credits: Spain.info, Esmadrid.com]