Lovanio, a place to be(er)

Dall’11 dicembre 2014 sono ufficialmente iniziate le festività natalizie anche a Lovanio, l’incantevole cittadina belga capitale del Brabante Fiammingo. Con tanto di canti natalizi, sfilata musicale e un centro storico addobbato con eleganti luminarie ha aperto i battenti il mercatino di Natale (Leuvense Kerstmarkt). 

Io sono ancora qui e quello che non posso farvi sentire è l’aria frizzantina che fa arrossare le gote e gli invitanti profumi del buon cibo che rappresenta una buona parte dei 140 stand nella piazza Ladeuzeplein, quella antistante la monumentale biblioteca dell’Università, ma quello che posso provare a farvi immaginare è la bella atmosfera che si vive qui. Lovanio è una cittadina molto vivace, essendo una città universitaria il via vai di giovani è più o meno costante, gli addobbi natalizi regalano un gran bel valore aggiunto e il Natale che si avvicina sembra mettere tutti di buon umore. E poi c’è la birra. Io vi consiglio di fare una scappata da queste parti entro i prossimi giorni: il Leuvense Kerstmarkt 2014, infatti, si conclude il 21 dicembre perché dicono che sia “meglio farlo più breve ma fatto bene”. Nel caso non vi fosse possibile visitarla in questo periodo, Lovanio resta una fantastica destinazione a tema birrario tutto l’anno. Non è un caso che i suoi abitanti sostengano che la loro città sia il perfetto “place to beer”: primo perché è la capitale, come già detto, del Brabante Fiammingo che è la parte del Belgio più densamente ricca di birrifici; e secondo perché la sua piazza rettangolare, l’Oude Markt (la piazza del Mercato Vecchio) ha lungo il suo perimetro una concentrazione senza pari di pub e caffè. Sono ben 45 e qualcuno è arrivato a dire che, messi tutti insieme, è come se formassero il pub più grande del mondo. Primato o meno però quello che conta veramente è che si ha a disposizione una grandissima quantità di etichette di birre, tutti i giorni dell’anno. Sicuramente non basta un weekend, più o meno lungo, per esplorare la ricchezza birraria di Lovanio ma tanto vale iniziare…

Iniziare da dove? Dal The Capital (Grote Markt 14) il locale con la lista di birre più importante di Lovanio. In termini numerici visto che al momento conta ben 2000 etichette ma punta ad averne almeno 3000 e a entrare nel Guinness dei Primati come pub con la più ampia scelta di birre del mondo.  Una volta entrati vedrete però solo le 20 spine lungo tutto il bancone….e tutte le bottiglie? L’indizio per capirlo è una ruota a carrucola, posta dietro al bancone, in costante movimento. Nei suoi cestini vengono messi i fogli delle ordinazioni che vengono lette al piano di sotto, in quello che è un enorme locale adibito a cantina. Qui vengono prese le bottiglie (che sono organizzate secondo un sistema di catalogazione numerica) e rimesse nei cestini che le riportano al livello del locale per essere servite.

Una lista di birre più contenuta ma decisamente interessante è quella del Metafoor (Parijsstraat 34), un locale frequentato non solo da turisti ma anche da tanti lovaniensi e dall’atmosfera “autentica”. Qui, mentre bevete una birra, potete anche giocare a una sorta di flipper.

Uno dei proprietari del The Capital ha anche un altro locale, proprio a fianco della chiesa – la collegiata di San Pietro che è un capolavoro – quella della centralissima Grote Markt: il Fiere Margriet (Margarethaplein 11). Particolarmente suggestivo nell’arredamento, ha oltre 300 birre in carta (e se siete accompagnati da chi deve poca birra tenete presente che vanta anche una lista di 50 tipi di tè).

Un’altra scelta obbligata per la scoperta della Lovanio birraria è l’M-Cafè, il locale all’interno del Museo di Lovanio (Savoyestraat 10). Anche qui la lista di birre è degna di nota, forse particolarmente indicata per chi ricerca delle vere e proprie “chicche”. Qui è da provare anche la cucina e qualche cocktail con la birra.

Questo è solo l’inizio, perché nella capitale belga della birra c’è davvero da sbizzarrirsi…enjoy!

Testo a cura di Valentina Brambilla

[Photo credits: Valentina Brambilla]