Monica Bergomi, una beerlover con le ‘mani in pasta’

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Monica Bergomi, blogger il cui amore per la cucina risale all’infanzia, quando ha sperimentato le prime ricette in compagnia della nonna. Ecco cosa ci ha raccontato.

Ci racconti la storia del tuo blog La luna sul cucchiaio e della tua presenza in rete?

La mia storia d'amore con la cucina è iniziata a 3 anni quando, arrampicata su uno sgabello, ho preparato la mia prima omelette, sotto l'occhio vigile della nonna. Poi sono arrivati i viaggi, i corsi di cucina, gli amici. In tutti questi anni la cucina è sempre stato il mio luogo preferito e di conseguenza non posso non apprezzare la birra.
Dopo un  periodo di assenza dai fornelli ho iniziato a postare per gioco le foto dei miei piatti su Facebook e proprio la continua richiesta delle ricette mi ha spinta a cliccare sul fatidico tasto "crea blog" spronata da una cara amica ex blogger.

Se ti dico birra, qual è la prima cosa che ti viene in mente?

Svizzera, il mio paese di origine dove è considerata bevanda nazionale, come in altri paesi del Nord Europa. 

Quando ti capita di bere birra?

Soprattutto all'aperitivo che considero un momento perfetto per una buona birra.

Cosa pensi del connubio birra e cibo?

Credo che, come con il vino, il giusto abbinamento esalti le percezioni gustative della pietanza e la completi. La presenza della birra nel panorama dell'alta ristorazione credo sia d'obbligo, soprattutto oggi con un pubblico sempre più attento ed esigente, ma anche desideroso di novità.

Hai qualche ricetta dove la birra è protagonista?

Sì, nel blog ne sono presenti alcune, tra cui il mitico tiramisù preparato con la birra, un particolare finger-food, del pane in cassetta e delle sofficissime brioches veneziane.

Chi è per te un beerlover?

Considero un beerlover chiunque si avvicini al mondo birrario con curiosità e pensi alla birra andando oltre gli stereotipi nei quali spesso è imbrigliata.

Hai un aneddoto divertente legato alla birra?

Il mio primo e unico tentativo di produrre birra casalinga, che ha portato ad una imbiancatura (non prevista) della cucina.....no comment! Meglio una piccola riserva di birra di qualità sempre pronta in frigorifero.