La birra riconquista il palato degli inglesi

Nel 2014, ha accusato una lieve flessione dei suoi consumi, ma oggi si riposiziona in testa alla classifica delle bevande più bevute oltremanica, scalzando il vino

 

Gli inglesi, per tradizione, sono grandi bevitori di birra e solitamente dettano i trend del settore. La crisi economica ha di certo ridotto i consumi, ma il luppolo rimane sempre la prima scelta del popolo British. Chiare, rosse e scure hanno riconquistato la leadership, riacciuffando il ruolo di bevanda più amata e consumata dai sudditi di sua Maestà la Regina. Nella scorsa stagione, la categoria ha chiuso nuovamente in segno negativo, accusando una (leggera) flessione dello 0,3% (l’ottava registrata negli ultimi dieci anni, con l’apice toccato nel 2009 quando i consumi sono scivolati del 6,1%), ma la performance le ha permesso di riposizionarsi al vertice in termini di market share, riconquistando così una quota pari al 36% (+1% rispetto al 2013), sufficiente ad impadronirsi nuovamente della prima posizione nella graduatoria degli alcolici più consumati nel Regno Unito. Un primato che ridà sicuramente slancio al mercato della birra, con il vino che segue a breve distanza con una quota di mercato del 33%. Un duello serrato che, per il momento, vede il boccale trionfare ancora sul calice.

Testo a cura di Gaetano Belloni