Sostenibilità, ingrediente vincente della birra

HEINEKEN Italia raggiunge importanti eco-traguardi. Cala l’anidride carbonica emessa e l’acqua utilizzata, crescono i progetti di comunicazione a favore del bere responsabile

 

Nel 2010 anni fa la scelta di seminare le basi per un percorso produttivo rispettoso dell’ambiente. Oggi il primo bilancio quinquennale degli importanti traguardi raggiunti in Italia. Procede di gran carriera il piano decennale di sviluppo sostenibile del gruppo HEINEKEN, racchiuso nel programma ‘Brewing a Better World’. In Italia, l’Azienda, nel 2014, ha centrato tutti gli obiettivi fissati, andando in certi casi anche oltre le aspettative di partenza. Considerando l’intera produzione, importanti benefici sono stati registrati sul fronte dell’emissione di anidride carbonica che, lo scorso anno, hanno riportato un calo del 13%, pari a 2894 tonnellate in meno emesse nell’atmosfera. Un dato che sale al 55,4% se si considera il dato relativo al 2010, quando il progetto è stato avviato, viaggiando di circa 15 punti percentuali sopra l’obiettivo che era stato, in partenza, fissato al 40%. Molto positivo anche il risparmio idrico. Attualmente, per produrre un ettolitro di birra ne sono necessari 4,4 di acqua, rispetto ai 7,1 impiegati cinque anni fa. Si avvicina quindi il traguardo prefisso entro il 2020, ovvero riuscire ad abbattere ulteriormente l’utilizzo di acqua portandolo a 3,5 ettolitri. La sostenibilità in casa HEINEKEN è anche legata alle attività in store. Lo scorso anno sono stati distribuiti nei vari locali 2400 refrigeratori ecologici, atti a consentire un risparmio energetico del 20%, così come 1100 nuovi impianti alla spina in grado di garantire agli esercenti un ulteriore contenimento dei costi di servizio. Sul fronte del bere consapevole, HEINEKEN Italia continua a ricordare ai consumatori la fondamentale importanza del consumo controllato di alcol. Messaggio recapitato soprattutto ai giovani. Ed è, in quest’ottica, che nel 2014 il 10% dell’intero budget per la comunicazione adv è stato incanalato a favore di varie campagne di sensibilizzazione. La prima legata alla musica, ‘Dance more, drink slow’, ha avuto come testimonial il noto Dj olandese Armin Van Buuren. Uno spot che ricorda a tutti come una serata divertente trascorsa tra amici non possa mai prescindere da un consumo ridotto di bevande alcoliche, rendendo tale comportamento aspirazionale e cool. Sul territorio, invece, in 5 anni HEINEKEN Italia ha coinvolto direttamente 190.000 persone consegnando etilometri e informando sui rischi ai quali si va incontro nel caso di consumo non moderato.

Testo a cura di Gaetano Belloni