Hotel a prova di beerlover

Luoghi storici, antichi monasteri e birrifici con tradizione secolare. Ecco una lista di cinque hotel per tutti coloro che, in viaggio, non vogliono rinunciare a un’esperienza al sapore di luppolo

L’enoturismo è oramai di gran moda. Ma se al nettare di Bacco preferite la birra, sappiate che in giro per l’Europa le proposte di hotel in grado di soddisfare il vostro palato non mancano. Ecco una top five delle strutture alberghiere dove alloggiare e dove il sapore del luppolo è immancabile.

Praga, da sempre una delle mete più gettonate dai viaggiatori di tutto il mondo. La bellezza della città di giorno, il piacere di un buon boccale la sera. L’hotel ideale che fa al caso vostro è l’Augustine Hotel, antico monastero del 13esimo secolo trasformato oggi in uno splendido cinque stelle. Il bar dell’albergo è estremamente suggestivo. Ricavato all’interno di una grotta si predispone come birrificio in stile gotico. Ha una beer list di prima scelta e sfogliarla è un’avventura appassionante. Ma non solo. Se dopo il palato volete deliziare il corpo, l’albergo dispone di una spa, dove il listino propone massaggi ed esfoliazioni a base di prodotti derivati dalla birra. Prezzo medio per una camera: non meno di 400 euro a notte.

Più abbordabile dal punto di vista economico l’Hotel Carolus di Mechelen, nel cuore delle Fiandre e a poco più di mezzora di macchina a nord di Bruxelles. Come in tutto il Belgio, anche da queste parti la birra è arte e i gestori la propongono al tavolo del ristorante abbinata ad altre tipicità locali, dalle patatine fritte al cioccolato puro, dalle cozze alle tartare. L’hotel si trova all’interno di uno dei più rinomati birrifici nazionali fondato nel lontano 400, ed ogni cliente può visitarlo osservando di persona le varie tecniche di produzione birraia.

Direzione Inghilterra. Non le grandi città albioniche, ma Bury St Edmunds, nella contea del Suffolk. In questa piccola località merita una vista l’Old Cannon Brewery, struttura alberghiera dove si producono tutta una serie di Ale (birre ad alta fermentazione), che variano a seconda della stagione dell’anno. Il consiglio è pernottare durante i due giorni di produzione, ossia il lunedì e il mercoledì.

Se, invece, siete affascinati dalle atmosfere medioevali bavaresi, dirigetevi verso Bamberg, località nota per la sua produzione di Rauchbier, birra affumicata a bassa fermentazione. L’albergo suggerito si chiama Fässla, fondato nel 1649 e che, ancora oggi, mantiene l’anima di vecchia locanda d’antan. In tutto una sessantina di camere arredate con semplicità, anche se il meglio lo troverete al bar attiguo alla hall, dove le birre vengono spillate direttamente dalle botti.

Guardando a est, invece, il luogo da raggiungere è la deliziosa cittadina polacca di Poznan. Recandovi nella parte vecchia della città, vi imbatterete nell’ospitale Hotel Brovaria, composto da 21 stanze elegantemente arredate. Il piatto forte del posto è il ristorante, che offre un menu studiato e a prova di beerlover. Ogni portata è abbinata a una birra di produzione propria.

 

Pronti a partire?

 

 

Testo a cura di Gaetano Belloni

[Photo credits: Augustine Hotel]