Agricoltura sostenibile grazie alle nuove tecnologie e al web

All’insegna del binomio innovazione-sostenibilità, Agroalimentare Sud ha avviato la produzione di orzo da birra da agricoltura sostenibile: valorizzando le info fornite dalla piattaforma web Orzobirra.net, la resa dei terreni è cresciuta fino al +100%

Coniugare innovazione e sostenibilità migliorando i risultati dell’attività agricola non solo è possibile ed etico, perché migliora l’impatto ambientale, ma conviene anche dal punto di vista dei risultati economici, per esempio in fatto di ottimizzazione della resa dei terreni. Una conferma arriva da Agroalimentare Sud, società del Gruppo K-Adriatica attiva nella coltivazione e trasformazione di cereali, con una specializzazione nell’orzo da birra di cui è fornitore di HEINEKEN Italia. L’azienda lucana ha trovato nel web un alleato prezioso grazie a Orzobirra.net: una piattaforma interattiva per la coltivazione sostenibile, che fornisce in tempo reale agli agricoltori – elaborando i dati raccolti da una fitta rete di centraline agrometeorologiche – informazioni relative al clima, alla fenologia delle piante, alle varietà coltivate e alle tecniche di coltivazione.

“Dopo un anno di studio, abbiamo realizzato il 15% della produzione 2015, pari a circa 6.000 q.li, seguendo questa metodologia di agricoltura sostenibile - sottolinea Antonio Catalani, direttore di Agroalimentare Sud – e ci siamo riusciti attraverso un progetto-pilota che ha connesso alla piattaforma una parte dei 2.000 agricoltori fornitori dell’azienda (circa 170 unità produttive per 1.500 ettari). Davvero notevole l’incremento della resa dei campi, con punte anche del +100% su terreni coltivati in ‘web assistance’. Senza dimenticare la riduzione degli sprechi, l’uso corretto di prodotti fitosanitari e il conseguimento di parametri sostenibili per la filiera, soddisfacendo così la crescente sensibilità del mercato e dei consumatori per prodotti frutto di buone pratiche agronomiche”.

Sviluppata in collaborazione con Horta srl, Agroalimentare Sud ha implementato Orzobirra.net nel 2014, sulla scia del suo ingresso in SAI Platform, la principale organizzazione non-profit per le industrie food che promuove lo sviluppo di un'agricoltura sostenibile a livello mondiale e a cui dal 2010 fa parte anche HEINEKEN, primo gruppo birraio ad aderire alla piattaforma. Una decisione coerente con la filosofia dell’azienda, da sempre impegnata nella valorizzazione delle risorse, della tracciabilità, del rigido presidio della filiera in chiave ecosostenibile: valori condivisi con Heineken Italia, non a caso legata ad Agroalimentare Sud da una partnership trentennale. In particolare entro il 2020 Agroalimentare Sud punta a coprire con questa metodologia il 60% del fabbisogno di orzo da birra.

Testo a cura di Gaetano Belloni

[Photo credits: Orzobirra.net]